Matrimonio civile

Foto by: comune.venezia.it

Per chi decide di sposarsi con rito civile in municipio spesso si pone il problema di dare atmosfera all’evento. Le sale infatti sono spesso spoglie e un po’ fredde; è dunque importante utilizzare delle decorazioni floreali per rendere l’atmosfera più calda e romantica. Non dimenticate inoltre che spesso molti Comuni mettono a disposizione stanze antiche e suggestive in palazzi storici della città, in modo tale da rendere il tutto molto più d’effetto.

Quando ci si vuole sposare con rito civile per prima cosa bisogna recarsi all’ufficio di stato civile del proprio comune per fissare un appuntamento per aprire la pratica. E’ importante portare con sè la carta d’identità o il passaporto, e basta la presenza di uno dei due futuri sposi, a patto che abbia con sè la fotocopia del documento dell’altro. Successivamente si procede con la promessa di matrimonio, in cui i fidanzati dichiarano apertamente di volersi sposare. L’ultimo passo della pratica è l’affissione delle pubblicazioni di matrimonio nel comune di residenza degli sposi o nel comune in cui hanno vissuto nell’ultimo anno. Il periodo di affissione è di 8 giorni più 3 di deposito. Ora non resta che fissare la data del gran giorno, che non deve superare i 6 mesi oltre la data del consenso (cioè il giorno della promessa). Superati questi 6 mesi infatti la proposta viene annullata.

Si pone poi la questione della comunione o separazione dei beni. Se i futuri sposi non si pronunciano a riguardo è sottointeso che procederanno alla comunione dei beni, in questo modo tutto ciò che verrà acquistato successivamente al matrimonio sarà proprietà di entrambi. Se invece si decide di procedere alla separazione dei beni è necessario comunicarlo durante la cerimonia o successivamente in presenza di un notaio.

Per quanto riguarda le tempistiche il matrimonio civile ha una durata ristretta rispetto a quello religioso. La cerimonia dura infatti circa venti minuti, durante i quali vengono letti gli articoli 143, 144, e 147 del Codice Civile dall’ufficiale di Stato Civile, vengono poste le domande di rito agli sposi, si scambiano gli anelli, si firma il registro, e si ha un breve discorso di augurio che può essere fatto anche da un amico o un parente. Poi ovviamente si procede col lancio del riso, e la festa può cominciare!

Se volete rendere il vostro matrimonio civile più caldo e partecipato ricordatevi di prestare molta attenzione agli addobbi floreali della sala, e fate in modo che a fare il discorso di augurio sia una persona a voi molto unita. In questo modo riuscirete ad avere un’atmosfera da favola anche in un municipio!

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...