Archivi

Bomboniere e partecipazione dell’AIRC

L’AIRC è l’Associazione Italiana per la Ricerca sul Cancro. C’è bisogno di dire altro?

Come molte altre organizzazione è possibile aiutarla utilizzando le sue bomboniere e partecipazioni per il nostro matrimonio. Le bomboniere sono a  “scatoletta”, “borsetta” o la più classica a “cuore” in versione blu e bianco.

Le partecipazioni sono molto semplici e minimal, e proprio questa caratteristica le rende adatte a qualsiasi tipo di matrimonio.

Con un piccolo contributo si può aiutare una ricerca importantissima per ognuno di noi. Chi di noi non ha avuto in famiglia un caso di cancro? Rifletteteci e ricordate che un piccolo aiuto può aiutare a debellare una delle malattie più crudeli del nostro tempo.

Per maggiori informazioni visitate il sito: http://www.airc.it/aiutare-la-ricerca/bomboniere-solidali.asp

Ps. Domani parto per un po’ di giorni, quindi non so se riuscirò ad aggiornare il blog, ci rivediamo il 12! 🙂

Annunci

Sposarsi con Medici Senza Frontiere

Foto by: unafestasenzafrontiere.it

Foto by: unafestasenzafrontiere.it

Foto by: unafestasenzafrontiere.it

Foto by: unafestasenzafrontiere.it

Abbiamo già parlato di vari enti no profit con cui realizzare partecipazioni, inviti e bomboniere solidali; oggi ci occupiamo di Medici Senza Frontiere. Questa è la più grande organizzazione medico-umanitaria del mondo creata da medici e giornalisti in Francia nel 1971. Da allora opera in zone difficili e oppresse da guerre e povertà fornendo cure, assistenza e nutrizione.

Cerchiamo anche noi allora di dare il nostro contributo. Grazie ad internet è possibile acquistare inviti e partecipazioni, pergamene personalizzabili, sacchettini porta confetti o scatoline portaconfetti. Potete scegliere tra diverse modalità di pagamento e diverse scritte da accompagnare a ciò che avete deciso di acquistare. Lasciatemi dire che i prezzi sono ottimi e la grafica è molto essenziale e quindi adatta a qualsiasi tipo di cerimonia. Questa organizzazione è davvero fondamentale, se avete bisogno di maggiori informazioni visitate il sito: http://www.unafestasenzafrontiere.it

Sposarsi con Hello Kitty

Foto by: hellokittymania.net

Foto by: hellokittymania.net

Hello Kitty è stata creata nel 1974 in Giappone da Yuko Shimizu, inizialmente era solo la protagonista di un cartone animato, ma col passare degli anni il suo successo è cresciuto moltissimo, fino a creare vere e proprie linne di abbigliameto, accessori e gadget.

Le ragazze di solito si dividono in due categorie, quelle che amano Hello Kitty (come la sottoscritta) e quelle che se potessero darebbero fuoco a quella piccola gattina bianca e soffice. Ma per le vere appassionate (ai livelli della pazzia oserei dire) ora c’è la possibilità di celebrare il matrimonio CON Hello Kitty. Ok, dovrete recarvi in Giappone, ma una volta arrivate lì potrete celebrare il vostro matrimonio di fronte alla presenza della famosissima gattina e di Dear Daniel, il suo fidanzato.

Ovviamente il viaggio è un po’ lungo e costoso, ma se volete comunque che il tema del matrimonio sia Hello Kitty potete trovare tutto quello che vi serve su internet. Come potete vedere nell’immagine a sinistra è possibile acquistare il suo abito da sposa, oltre al modello in rosa ce ne sono altri anche in bianco (per le spose più classiche). Sempre in rete potete trovare le bomboniere e non penso che ci saranno dei problemi a stampare degli inviti e delle partecipazioni con impresso il volto della dolce micetta. La wedding cake è la parte più facile, credo che qualunque pasticcere specializzato in torte nuziali sia in grado di modellare due gattini vestiti da sposi. Per quanto riguarda le decorazioni floreali ed il bouquet penso che non abbiate alternative: potete scegliere tra il bianco o il rosa, nient’altro.

Foto by: hellokittymania.net

Foto by: hellokittymania.net

Come ho già detto prima io sono una grande fan di Hello Kitty, ma credo anche che utilizzarla come tema del matrimonio sia un po’ eccessivo, e rischia di far cadere la cerimonia nel ridicolo. Voi che ne dite?

Per acquistare gadget e l’abito da sposa visitate il sito: http://www.hellokittymania.net/

Coriandoli e inviti per un matrimonio ecosostenibile

Foto by: botanicalpaperworks.com

Foto by: botanicalpaperworks.com

Volete sposarvi senza danneggiare la natura che vi circonda? Perfetto! Da oltreoceano arrivano i coriandoli e gli inviti ecosostenibili. Subito dopo aver pronunciato il fatidico sì i vostri ospiti potranno lanciarvi questi bellissimi coriandoli colorati al posto del riso. Il vantaggio è dato dal fatto che questi coriandoli sono realizzati con una speciale carta biodegradabile, al cui interno sono presenti dei semi di svariate piante e fiori. In questo modo i coriandoli si “scioglieranno” sul terreno, permettendo alle piante di germogliare e di crescere. I coriandoli sono disponibili in diversi colori e le forme possibili sono quelle di fiore o di cuore. Ovviamente non è il caso di utilizzarli se ci si sposa in città, le piante non possono crescere sul cemento! Sono quindi consigliati per una matrimonio all’aperto, magari un wedding pic-nic o un matrimonio in vigna.

Oltre ai coriandoli questa azienda propone degli inviti ecologici realizzati anch’essi con questa particolare carta contenente svariati semi. In questo modo gli ospiti potranno letteralmente piantare l’invito al vostro matrimonio nel loro giardino, in modo da ricordarsi per sempre del giorno delle vostre nozze.

Sposarsi può anche essere sinonimo di aiutare la natura, e queste idee oltre ad essere ecosostenibili sono anche esteticamente piacevoli e romantiche. Che ne pensate?

Per maggiori informazioni visitate il sito: http://www.botanicalpaperworks.com

 

Sposarsi aiutando Emergency

Foto by: lietieventi.emergency.it

Foto by: lietieventi.emergency.it

Il matrimonio è il giorno che tutte le ragazze romantiche sognano, ma può anche essere un’occasione per fare del bene al prossimo. Gli enti che si occupano di fare beneficenza tramite le nozze sono molti, ma oggi ci occuperemo di Emergency.

Tramite questa organizzazione no profit avete la possibilità di realizzare i vostri inviti e le vostre partecipazioni scegliendo tra diverse alternative. I biglietti sono disponibili in diversi formati, possono essere neutri o li potete personalizzare, e devo dire che anche quelli più semplici sono veramente carini ed eleganti.

Per quanto riguarda le bomboniere potete scegliere tra una candela a forma di cuore, i sacchettini porta-confetti e una scatolina.

Ma il contributo maggiore lo potete dare realizzando la lista nozze con Emergency. Se vi sposate ma siete già conviventi non avete certo bisogno di inutili vasi o soprammobili, quindi perchè non aiutare chi ne ha veramente bisogno? In questo caso, aprendo una lista nozze solidale, i vostri ospiti doneranno una somma ad Emergency, e a lista conclusa voi riceverete un attestato col riscontro dei fondi raccolti e l’attestato di chi vi ha partecipato. Gli invitati invece riceveranno una lettera di ringraziamente in cui sarà indicato il progetto che hanno contribuito a sostenere. Per tutto il 2012 i fondi andranno al Centro Salam di cardiochirurgia a Khartoum, in Sudan, ma se volete destinare i vostri fondi a un altro progetto basta comunicarlo a: lista.nozze@emergency.it

I matrimoni sono splendidi, ma spesso spendiamo delle cifre esorbitanti per soddisfare dei puri capricci. Ricordate che con le vostre nozze potete aiutare chi si trova in difficoltà, e che per fare del bene ogni occasione è quella giusta.

Se desiderate maggiori informazioni visitate il sito: www.lietieventi.emergency.it/customer/home.php

Il dress code

Foto by: donne.virgilio.it

Il dress code è il codice d’abbigliamento che può essere specificato negli inviti. Riguardo a questa materia bisogna sapere che ci sono dei dress code convenzionali, e che non bisogna esagerare con la fantasia cercando di inventarsene uno nuovo ed originale. Vediamo intanto i codici d’abbigliamento classici:

– “White tie” o “cravatta bianca”: è un codice molto formale e nella maggior parte dei casi è riservato alle serate di gala o all’opera. Come dice il nome stesso gli uomini dovranno vestire con la cravatta bianca e le donne dovranno usare l’abito da gran sera, detto anche “ball gown”.

– “Black tie” o “cravatta nera”: è considerato un codice semiformale. In questo caso gli uomini avranno la cravatta nera, mentre le signore un vestito “Evening bowl”, cioè un abito da sera.

– “Long suit” o “cocktail dress”: qui i signori dovranno utilizzare l’abito scuro, mentre le signore il cocktail dress.

Alle volte ci si lasciamo prendere la mano dall’inventiva, ma ci sono alcuni dress code che non vanno utilizzati, un po’ perchè potrebbero risultare ridicoli, un po’ perchè potrebbero mettere in difficoltà gli ospiti nella scelta dell’abito. Alcuni di questi sono: “Jeans and jewels” (al massimo “jeans and blazer” se il matrimonio è estremamente informale, ma sono comunque contraria 🙂 ), “Country chic”, “Glittering”, “Red carpet” (non siamo agli Oscar), “Movie star”, “Criminal chic” (rischia di sembrare una festa in maschera), “Black and white”, “Easy glamour”, “Vampire”, “Total white” (a meno che non ci si sposi sulla spiaggia solo la sposa può indossare il bianco).

Queste ovviamente sono le regole di massima, ma a voi come vi è toccato vestirvi per accontentare gli sposi? Commentate e fatemi sapere le vostre esperienze!

Partecipazioni e inviti

Qual è la differenza tra partecipazioni ed invito? Chi se ne occupa? Cosa bisogna scrivere? Tranquille, anche in questo caso il bon ton ci aiuta a chiarirci le idee.

Innanzitutto bisogna distinguere le partecipazioni dagli inviti. Le prime sono l’annuncio del matrimonio, vanno mandate alle persone che avremmo piacere venissero in chiesa o in municipio, ma non al ricevimento successivo. Può sembrare brutto, ma magari avete un’amica che non vedete mai ma che vorreste vedere quel giorno volendole risparmiare lo strazio di 6 ore di cena. All’interno della partecipazione va indicata data, ora, e luogo della cerimonia.

Gli inviti invece sono rivolti alle persone con cui vorremmo festeggiare dopo la celebrazione. All’interno vanno indicati gli stessi dati delle partecipazioni, ma aggiungendo data, ora, e luogo del ricevimento, e R.S.V.P.

C’è anche una terza opzione. Nel caso in cui gli ospiti vengano da lontano o siano persone molto impegnate, potete utilizzare il Save the Date. Questo va spedito tra i 4 ed i 6 mesi prima delle nozze e consiste in un biglietto in cui specificate la data del matrimonio e nient’altro. Tutte le altre informazioni verrano poi spedite con le partecipazioni. In questo modo gli invitati hanno tutto il tempo di prenotare aerei e spostamenti.

Altro problema: in passato erano i genitori degli sposi ad annunciare le nozze dei figli, ma ora? Attualmente la regola è questa: se convivete da molto tempo siete voi ad annunciare le vostre nozze, se invece siete molto giovani sono i vostri genitori.

Ed infine qualche consiglio sulla grafica. Ovviamente i vostri inviti devono rispettare il tema dell’evento che state organizzando. I libretti della messa devono essere realizzati con gli stessi caratteri e colori delle partecipazioni. Al contrario i menù del ricevimento possono avere una grafica diversa.

E mi raccomando: segnaposto e tableau de marriage vanno scritti a mano.

Le regole sarebbero ancora molte e mi ci vorrebbe una settimana per scriverle tutte, spero di essere stata chiara nell’esposizione di queste. 🙂