Archivi

Sulle tracce di Romeo e Giulietta

Foto by: magazine.voiaganto.it

Foto by: magazine.voiaganto.it

Siete delle inguaribili romantiche? Come me avete pianto leggendo Romeo e Giulietta? Ebbene, se il vostro sogno è quello di ripercorrere le tracce di questi due eroi nel giorno del vostro matrimonio sappiate che potete celebrare le vostre nozze negli spazi che hanno caratterizzato la loro storia, il balcone di Giulietta e il relativo cortile. Tutto ciò è possibile grazie ad un’iniziativa del 2009 chiamata “Sposami Verona”, grazie alla quale è possibile sposarsi anche nella Sala degli Arazzi di Palazzo Barbieri, nella sala delle Bandiere nella sede dei servizi demografici, e nella loggia Barbaro nel cortile del Tribunale.

Per celebrare il vostro matrimonio nel balcone di Giulietta e nel cortile sottostante il prezzo va da 600 euro per le coppie residenti a Verona, 700 euro per quelle residenti fuori dal comune, 800 euro per i cittadini europei, e 1000 euro per i cittadini extracomunitari. Secondo quanto detto dall’ex sindaco Flavio Tosi la differenza di prezzo non è dovuta a discriminazioni nei confronti delle diverse etnie, ma alle spese che il comune deve sostenere, maggiori nel caso di cittadini non residenti nel comune.

Effettivamente la cifra richiesta è un po’ altina, ma immaginate la magia di sposarvi nel cortile di Romeo e Giulietta. Ovviamente una volta celebrate le nozze vi consiglio di salire sul balcone per domandare al vostro sposo: “Romeo, perchè sei tu Romeo?” 🙂

Annunci

Sposarsi come Marilyn Monroe

Foto by: weddingmapper.com

Foto by: weddingmapper.com

Foto by: ilgiornaledelfriuli.net

Foto by: ilgiornaledelfriuli.net

Nel 1954 si sposarono, nella City Hall di San Francisco, Marilyn Monroe e Joe DiMaggio, che dopo le celebrazione civile si recarono alla chiesa di St.Peter and Paul per scattare le foto di rito. E proprio qui potete sposarvi anche voi per ripercorrere le tracce della diva che ha suscitato tanto scalpore.

La chiesa di St.Peter and Paul è situata nel quartiere in cui è cresciuto Joe DiMaggio, a North Beach, la zona che un tempo era definita la Little Italy di San Francisco a causa della presenza di molte comunità italo-americane. E’ possibile sposarsi qui solo per i cattolici e i tempi di attesa sono particolarmente lunghi, circa 2 anni.

L’interno della chiesa è molto suggestivo grazie alla lunga navata, ed è caratterizzato dalle piccole cappelle in cui si trova una copia della Pietà di Michelangelo ed una rappresentazione della Madonna di Lourdes. La chiesa si affaccia su Washington Square Park, un parco circondato da piccoli bar e ristoranti perfetti per gli ospiti che attendono l’arrivo della sposa.

Ovviamente San Francisco non è dietro l’angolo, ma vale la pena affrontare un lungo viaggio per sposarsi in un luogo tanto suggestivo.

Matrimonio civile

Foto by: comune.venezia.it

Per chi decide di sposarsi con rito civile in municipio spesso si pone il problema di dare atmosfera all’evento. Le sale infatti sono spesso spoglie e un po’ fredde; è dunque importante utilizzare delle decorazioni floreali per rendere l’atmosfera più calda e romantica. Non dimenticate inoltre che spesso molti Comuni mettono a disposizione stanze antiche e suggestive in palazzi storici della città, in modo tale da rendere il tutto molto più d’effetto.

Quando ci si vuole sposare con rito civile per prima cosa bisogna recarsi all’ufficio di stato civile del proprio comune per fissare un appuntamento per aprire la pratica. E’ importante portare con sè la carta d’identità o il passaporto, e basta la presenza di uno dei due futuri sposi, a patto che abbia con sè la fotocopia del documento dell’altro. Successivamente si procede con la promessa di matrimonio, in cui i fidanzati dichiarano apertamente di volersi sposare. L’ultimo passo della pratica è l’affissione delle pubblicazioni di matrimonio nel comune di residenza degli sposi o nel comune in cui hanno vissuto nell’ultimo anno. Il periodo di affissione è di 8 giorni più 3 di deposito. Ora non resta che fissare la data del gran giorno, che non deve superare i 6 mesi oltre la data del consenso (cioè il giorno della promessa). Superati questi 6 mesi infatti la proposta viene annullata.

Si pone poi la questione della comunione o separazione dei beni. Se i futuri sposi non si pronunciano a riguardo è sottointeso che procederanno alla comunione dei beni, in questo modo tutto ciò che verrà acquistato successivamente al matrimonio sarà proprietà di entrambi. Se invece si decide di procedere alla separazione dei beni è necessario comunicarlo durante la cerimonia o successivamente in presenza di un notaio.

Per quanto riguarda le tempistiche il matrimonio civile ha una durata ristretta rispetto a quello religioso. La cerimonia dura infatti circa venti minuti, durante i quali vengono letti gli articoli 143, 144, e 147 del Codice Civile dall’ufficiale di Stato Civile, vengono poste le domande di rito agli sposi, si scambiano gli anelli, si firma il registro, e si ha un breve discorso di augurio che può essere fatto anche da un amico o un parente. Poi ovviamente si procede col lancio del riso, e la festa può cominciare!

Se volete rendere il vostro matrimonio civile più caldo e partecipato ricordatevi di prestare molta attenzione agli addobbi floreali della sala, e fate in modo che a fare il discorso di augurio sia una persona a voi molto unita. In questo modo riuscirete ad avere un’atmosfera da favola anche in un municipio!

Il wedding picnic

Foto by: arredoeconvivio.com

Il wedding picnic è una tendenza che ci arriva direttamente dall’Inghilterra, e che ci offre la possibilità di creare un ricevimento originale e divertentente.

Ci sono tre elementi da tenere in considerazione se si vuole realizzare una festa di questo tipo: la location, l’allestimento, ed il menu. Per prima cosa bisogna trovare una location che dia anche la possibilità di festeggiare al chiuso in caso di pioggia. Per il wedding picnic di solito si scelgono giardini pubblici, ma è importante che ci sia un edificio che possa ospitare tutti se il tempo decide di farci qualche scherzetto. Un’idea può essere il porticato di una villa, oppure un fienile ristrutturato se vi trovate in campagna.

In secondo luogo dovete pensare all’allestimento. E’ sicuramente bellissimo sedersi sull’erba coi cestini di vimini e le coperte a quadri, ma pensate davvero che la vostra adorata nonnina lo trovi così comodo? E’ importante creare delle zone con delle vere e proprie sedute e magari qualche tavolo, in modo tale da agevolare chi ha qualche problema di mobilità. Essendo poi un ricevimento all’aperto è consigliabile prenotare un intrattenimento per i bambini, in modo che non scappino chissà dove. Per gli adulti invece della musica dal vivo è la scelta più appropriata per un party del genere.

Per quanto riguarda il menu è sicuramente romantico e divertente avere qualche cestino di vimini sparso tra i tavoli e le coperte, ma è comunque bene avere dei camerieri che servano delle piccole pietanze realizzate al momento. Mi raccomando: non cedete alla tentazione dei piatti e dei bicchieri di carta, compromettereste l’eleganza del ricevimento. Andranno benissimo dei piatti semplici, magari decorati con qualche fiore, per mantenere il mood dell’evento.

Il wedding picnic è una scelta giovane, divertente, e originale, che non mancherà di stupire i vostri ospiti. Personalmente non mi è mai capito di partecipare a uno di questi eventi, se voi invece avete avuto la fortuna di parteciparvi fatemi sapere le vostre impressioni.

Il Wine Wedding

Foto by: glasselegance.com.au

Il wine wedding è una tendenza in arrivo dagli Stati Uniti, che si sta diffondendo in Italia ed in Francia. Per realizzare questo tipo tipo di matrimonio dovete amare l’aria aperta ed il vino. Se siete astemi vi consiglio di evitare! Vista la produzione vinicola del nostro territorio, sposarsi in vigna può essere una soluzione diversa e divertente rispetto al matrimonio tradizionale. Vediamo qualche location che offre la possibilità di realizzare un perfetto wine wedding:

– per i veneti a Villa Novare vicino a Verona è possibile organizzare il Tearose Wedding Concierge, una lunga tavolata tra le vigne con un sottofondo di musica charleston

– per i toscani nei pressi di Montalcino c’è il Casato Prime Donne, che offre uno splendido panorama sulle Crete senesi e la Val d’Orcia da ammirare gustando le diverse annate del brunello

– per i lombardi nei paesaggi della Franciacorta si trova L’Alberata, dove non gusterete solo ottimi vini, ma anche la cucina pluristellata di Gualtiero Marchesi

– per i piemontesi il Boscareto Resort fa cominciare la festa dalla terrazza affacciata sui vitigni di Nebbiolo e Moscato

– per gli emiliani a Levizzano si trova Opera 02, un agriturismo dalle atmosfere moderne che offre una grande varietà di vini di produzione propria, e una splendida vista sulle colline.

Amate il vino? Allora il wine wedding è quello che fa per voi!

Sposarsi a Vienna

Foto by: magazine.tripshake.it

Tutte noi vogliamo sentirci delle vere principesse il giorno del matrimonio, ed ora possiamo avvicinarci ancora di più a questa idea.

E’ infatti possibile sposarsi nella residenza di Sissi, il castello di Schonbrunn a Vienna, che ha aperto le porte della camera bianca e di quella d’oro per realizzare una cerimonia da favola. Le sale si collegano direttamente col giardino, ed è possibile affittarne una per il rinfresco. All’interno dello splendido palazzo sono disponibili alcune sale e la Grande Galleria, mentre all’esterno c’è la Gloriette col suo belvedere, il labirinto, e le serre reali. Per la vera e propria celebrazione del matrimonio è possibile recarsi nel complesso di Hofburg (il Palazzo Imperiale), che oggi ospita diversi musei. Se pensiete che sia strano sposarsi all’interno di un museo cambierete subito idea quando vedrete gli arredi originali d’epoca e gli arazzi. Inoltre potrete dire il magico sì circondate dai dipinti di Raffaello, Michelangelo, Rembrandt, Matisse e Cézanne.

Di cos’altro c’è bisogno per sentirsi delle vere principesse?

Sposarsi a Disneyland

Foto by: gocalifornia.about.com

Abbiamo già parlato dei meravigliosi abiti da sposa realizzati dalla Disney, ma forse non sapete che potete sposarvi nella splendida cappella di Disneyland a Orlando, in Florida.

Certo, il viaggio è un po’ lungo e costoso, ma se avete già dei bambini potrebbe essere la scelta perfetta. Essi infatti non si annoieranno di certo durante la cerimonia visto che i vostri valletti saranno Minnie e Topolino. E ovviamente immaginate che divertimento il ricevimento.

Se poi vi sposate verso sera lo spettacolo pirotecnico lascerà sicuramente tutti senza fiato.

Un’altra caratteristica di questo parco di attrazioni è che potete sposarvi qui anche se siete gay. Come sapete gli omosessuali spesso vanno in contro a difficoltà, a mio parere insensate, se vogliono unirsi in matrimonio, ma questo è uno dei posti in cui l’amore trionfa sempre e comunque, lasciando fuori dalla porta stupidi pregiudizi.